Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
instagram
 
 

Il Gufo reale

Bubo bubo

Il gufo reale, nonostante sia stato cacciato per secoli, è entrato nel nostro immaginario come simbolo di saggezza. È la specie di gufo più grande: con una lunghezza del corpo tra i 60 ed i 75 centimetri e un’apertura alare tra i 160 ed i 190 centimetri, il gufo reale è il re della notte. Le femmine hanno dimensioni maggiori dei maschi e possono superare i 4 chilogrammi di peso. Al di là della mole, non esistono differenze cromatiche tra maschi e femmine. Entrambi i sessi hanno forme massicce con coda
relativamente corta e ali larghe e arrotondate all’apice. La particolarità che distingue i rapaci che cacciano di notte, di cui il gufo reale fa parte, da quelli diurni è la capacità di volare quasi senza produrre alcun suono. Le ali e il piumaggio dei gufi, infatti, possiedono delle caratteristiche che consentono di smorzare il rumore prodotto durante il volo. Il segreto sta nelle grandi ali che permettono loro di planare limitandone i battiti e nella struttura delle loro penne, dotate di dentellature a pettine sul bordo delle remiganti, in grado di attenuare i suoni. Le prede del gufo reale sono molto varie: può cacciare animali delle dimensioni di una lepre o di una volpe fino ad arrivare ai piccoli coleotteri. Il cibo che però preferisce maggiormente sono i roditori che, essendo più numerosi, entrano più facilmente nel menù della loro dieta.
Il Gufo reale
 
Il Gufo reale

Riproduzione

Il gufo reale è una specie territoriale e, a partire dal tardo autunno, la coppia emette dei suoni cupi e profondi che hanno lo scopo di segnalare la loro presenza. Nidifica nei primi mesi dell’anno tra marzo e aprile, su nicchie presenti nella roccia o nei nidi abbandonati da altri uccelli di grandi dimensioni. In genere depongono da una a quattro uova che vengono covate solamente dalla femmina per circa 34 giorni. Questa rimarrà al nido anche nelle prime tre settimane dopo la nascita dei pulli per accudirli.
Durante questo periodo il ruolo del maschio è fondamentale poiché dovrà procurare il cibo per l’intero gruppo famigliare. Dopo cinque settimane, i pulli sono già in grado di muoversi nei pressi del nido e dopo soli due mesi iniziano a fare i primi brevi voli. Con l’arrivo dell’autunno, lasceranno definitivamente il nido.
 Vai alla lista