Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Il bosco

Nell’orizzonte subalpino, posto ad una quota più bassa della zona degli arbusti contorti, ma confinante con essa, si trova l’ambiente naturale del bosco.
Il termine generico "bosco delle quote superiori" (conosciuto anche come upper timberline) si riferisce ai limiti altitudinali massimi in cui è ancora possibile la crescita del bosco o degli alberi in alta montagna; estendendosi dal limite della foresta continua, attraverso il limite degli alberi sparsi, fino alla zona del Krummholz, dove riescono a crescere solo gli arbusti contorti. Questa zona viene anche chiamata Kampfzone (ted.) “zona di lotta” (o “di tensione”), in considerazione delle severissime condizioni di crescita che gli alberi debbono affrontare, ma anche riflettendo in relazione al suo stato dinamico, cioè al fatto che i limiti superiori degli alberi, del bosco e del Krummholz abbiano livelli altitudinali fluttuanti.
L’habitat del “Bosco” si riferisce al “paesaggio naturale” o “originale” che esisteva prima dell’arrivo dell’uomo, quando boschi continui coprivano il fondovalle ed i versanti della montagna fin oltre i 2500 m di quota. Perciò in questa categoria sono anche inclusi habitat come i prati falciati, i pascoli con malghe e perfino i paesi, anche se queste aree al momento non sono coperte dal bosco.
Il bosco
 
Il bosco