Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

L'abete rosso

Picea abies

Gli abeti (Picea sp.) formano un genere di conifere molto numeroso e diffuso nelle zone temperate dell'emisfero nord. Le diverse specie coprono forme e dimensioni possibili, con aghi colorati in tutte le sfumature dal verde al grigio. Alcuni degli alberi più grandi, come l'abete rosso o peccio (Picea abies) nel Nord Europa, sono importanti per la produzione del legno, mentre gli arbusti - e specialmente quelli nani - nei vivai specializzati vengono allevati in tante varietà per l'uso ornamentale.
L'abete rosso prende il suo nome comune dalla corteccia color bruno-ruggine che, nei vecchi alberi, diventa violaceo-scura e screpolata a piccole piastre rotonde, e forse, anche dai rametti di colore bruno-rossiccio. Non è un albero longevo: raramente raggiunge più di 300 anni di vita.
L'abete rosso
 
L'abete rosso

Caratteristiche della specie

Gli aghi dell'abete rosso sono di colore verde scuro, duri e rigidi, con punta aguzza e lunghezza di 1-2,5 cm. Crescono su ambedue i lati e sopra il rametto. I fiori femminili sono concentrati nella parte alta della chioma, sono eretti e di colore rosso scuro. I coni femminili pendono dai rami, sono verdi durante l'estate, e diventando bruni quando maturano; sono lunghi 10-18 cm, di forma cilindrica e cadono interi.
Il legno dell'abete rosso viene usato per rivestimenti interni e mobili. L'abete è il notissimo "albero di Natale".
 Vai alla lista